METTI UNA SERATA A RECCO TRA UNO SCATTO E UN PIATTO DI FOCACCIA COL FORMAGGIO…

Presente Recco? Sì, proprio il centro cittadino della Riviera Ligure di Levante che d’estate si affolla di turisti balneari e che tutto l’anno registra un successo dietro l’altro a livello culinario.

Diciamo che la ghiotta occasione, per usare un termine appropriato, di gustare le tradizioni alimentari locali è la quarta domenica di maggio, quando c’è la Sagra della Focaccia proprio a Recco.

Focaccia tradizionale, focaccia con la cipolla e, naturalmente, focaccia col formaggio. E, naturalmente, a tutto questo ben di Dio non si può resistere…

E’ proprio partendo da questa premessa che ho pensato di organizzarmi, in una serata di bel tempo, per andare a Recco a fare qualche foto al tramonto e alla blue hour.

Così è stato… Venerdì scorso, dopo una bella giornata di sole, la serata preludeva a un bell’effetto fotografico. Tra l’altro il restyling della spiaggia, con il molo a proteggerla dalle mareggiate invernali, ha una forma arrotondata che ben si presta per scatti ad effetto.

Le giornate che cominciano ad allungarsi consentono, poi, di prepararsi con calma, individuando i punti da dove si gode di una bella veduta. Infatti, sia dal molo sul lato verso Camogli, sia dalla passeggiata poco prima di immettersi sul molo stesso, l’effetto è degno di nota.

E’, infatti, il punto da cui si gode la vista sul tramonto, seguendone le varie fasi fino alla blue hour, quando da un lato il cielo già volge al buio, ma nella direzione del tramonto si ammira un colore davvero unico, in quell’incontro tra il giorno che saluta e la notte che fa capolino.

Bisogna allungare il tempo di scatto, se si vuole mantenere un iso bassa, anche perchè almeno un f8 bisogna garantirlo alla propria macchina fotografica. Ma nella calma del mare e della spiaggia recchese, un tempo lungo non crea difficoltà.

E poi è fantastico vedere il riflesso delle luci della cittadina sul mare che placido lambisce la spiaggia. Tutto è calmo, tutto è splendidamente fatale…

Quando l’aria che scende da Avegno comincia a far chiudere il bavero della giacca, è il segnale che la passione per la fotografia può essere per la serata accantonata per far posto a un passaggio, da queste parti obbligato: la focaccia col formaggio.

Non è che ho dovuto camminare poi molto: già sulla passeggiata si ha l’imbarazzo della scelta. Partendo dal molo sono entrata immediatamente nel primo locale dove ho gustato una fantastica focaccia col formaggio, calda al punto giusto, una pasta appena spruzzata con la farina di mais a dare una consistenza inconfondibile… Un ambiente accogliente, ma non invadente, secondo tradizione locale.

Ed è proprio in quel momento che ti rendi conto che noi, gente di mare, non abbiamo poi bisogno di chissà quali pietanze, perchè l’incontro tra questi sapori e il profumo del salino è il miglior piatto che si possa desiderare.

Provare per credere! Ma trascorrendo una serata come l’ho fatta io, godendosi lo spettacolo della natura prima, macchina fotografica alla mano, e chiudendo in bellezza. Mi raccomando…

Articolo precedenteIL VITTORIALE DEGLI ITALIANI
Articolo successivoUn giro per Camogli

Related Stories

Discover

Godersi il foliage al tempo del Covid

Perchè parlare del foliage al tempo del Covid? Molto semplice, perchè l'autunno,...

La Direttiva UE 2019/790 sul diritto d’autore

Il diritto d'autore, disciplinato in Italia dalla Legge n. 633/41, da tempo...

La Scozia in autunno

La Scozia in autunno ha il sapore delle foglie accartocciate, dei mille...

Servizio fotografico: aspetti legali

E' ormai consueto scattare foto a persone, sia nella forma del servizio...

La strada per la Queen’s View in Scozia

La strada che da Pitlochry, nel Perthshire, porta ad ammirare lo splendido...

La foresta del Monte Penna e la sua magia

La foresta del Monte Penna credo sia uno degli angoli di Liguria...

Popular Categories

Comments