MONDOVI’ E LE MONGOLFIERE

Mondovì e le mongolfiere: tutto è cominciato assistendo all’affascinante raduno che si tiene per l’Epifania ogni anno, periodo pandemico escluso. Così, quest’anno, finalmente, la tradizione è stata rispettata e il raduno si è ripresentato nelle giornate del 6, 7 e 8 gennaio.

Un po’ di storia di Mondovì e delle mongolfiere

La mongolfiera nasce sul finire del ‘700 in Francia grazie allo studio dei fratelli Montgolfier che, con il loro pallone ad aria calda, portarono in volo anche delle persone.

Accantonata, poi, per qualche decennio, tornò alla ribalta alla metà del ‘900, e in Italia negli anni ’70 grazie ai modelli provenienti dal Regno Unito. Singolare fatto – che scopro leggendolo sul sito dell’Aero Club di Mondovì- è che in Italia non esistevano piloti di mongolfiera. Due piloti di aereo, Aimo e Contegiacomo, presero per primi la licenza di volo dopo aver imparato da Tom Sage. Ma ancora più singolare risulta il fatto che i due piloti si fossero interessati a riscrivere con i funzionari dell’Enac il manuale di istruzione del corso per ottenere la licenza di volo italiana “pallone libero”. Di fatto la mongolfiera in Italia non era stata prevista come velivolo e solo grazie alla caparbietà di questi due piloti si è riusciti a superare i laccioli burocratici.

La mongolfiera arriva a Mondovì

Sono sempre stata affascinata dalla mongolfiera. Il suo volo lento, silenzioso, sollevati, ma non troppo, offre una prospettiva davvero unica. Peccato la nebbia che non ha consentito di levarsi in volo nella giornata inaugurale di questo raduno 2023. In effetti la folta presenza di pubblico aveva sperato in un esito molto diverso. Ma è stato davvero emozionante vedere tutti questi giganteschi palloni prender vita sotto l’impulso di aria calda, spintonarsi l’un l’altro sul campo volo per farsi spazio e guadagnare l’aria, la vista.

La bella organizzazione dell’evento, curata da Aero Club Mondovì, è stata ripagata dalla notevole presenza di pubblico di ogni età. E ha anche riconfermato questo connubio tra Mondovì e le mongolfiere. Inoltre, è un tipo di evento che offre piacevoli spunti anche al fotografo, potendo contare sia sulla vicinanza alle mongolfiere sia sulla possibilità di riprenderle in volo ammirandole dal belvedere.

Una volta studiato bene il programma della manifestazione e le zone “strategiche” di Mondovì, si può effettivamente riuscire a portare a casa qualche scatto pregevole.

Comunque è stato un evento che ha permesso un tuffo nel passato “a grandezza d’uomo”, dove il tempo è scandito e non frenetico. Un mondo non roboante, eppure che ha dimostrato di andare avanti e di conservare intatto il suo fascino.

Complimenti alla bella iniziativa, ritornata dopo lo stop imposto dai provvedimenti di emergenza sanitaria. Sicuramente un appuntamento da segnare in agenda e da non perdere.

Related Stories

spot_img

Discover

Uso illecito di fotografie altrui

La recente sentenza del Tribunale di Roma, la n. 10041 del 22 giugno 2022,...

CROMOTERAPIA IN FOTOGRAFIA

La cromoterapia in fotografia può essere considerata uno di quegli ambiti che ci introducono...

FOTOGRAFIE GENERATE DA INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Lo sviluppo tecnologico mette oggi a disposizione del fotografo piattaforme che generano immagini in...

Sabine Weiss in mostra a Genova

Sabine Weiss è in mostra a Palazzo Ducale di Genova fino al 12 marzo...

FABIO LATORRE E LA FOTOGRAFIA

Continua il viaggio di “Focus artisti” nel mondo creativo con Fabio Latorre, fotografo genovese....

Popular Categories

Comments