FABIO LATORRE E LA FOTOGRAFIA

Continua il viaggio di “Focus artisti” nel mondo creativo con Fabio Latorre, fotografo genovese. Classe 1981, informatico di professione, da anni Fabio è un appassionato di fotografia da gustare con la reflex.

Come hai iniziato a scoprire la fotografia?

Il primo approccio l’ho avuto a 14 anni, anche se non è stato molto convincente. Ho provato ad usare una macchina fotografica analogica. Lo sviluppo di quei due primi rullini è stato tragico e mi sono convinto a lasciare perdere. Sedici anni più tardi, però, ho riprovato con il digitale, con più consapevolezza e metodo, e mi sono subito appassionato alla fotografia.

La bellezza del particolare

Che genere fotografico segui di più?

Mi piace sia lo scatto spontaneo sia il ritratto costruito, i panorami urbani così come i paesaggi incontaminati. La luce è al centro di tutto quando fotografo. Con la luce si scrive la fotografia, ed è entusiasmante studiarla, filtrarla, giocarci. Anche lo studio dei grandi fotografi aiuta ad affinare l’occhio e la percezione. Pian piano ti scopri a guardarti intorno come se avessi sempre un obbiettivo in mano, a notare quei particolari che altrimenti passerebbero inosservati. La fotografia, quando la fai tua, permea la tua vita, diventa una vera passione. Direi quasi, uno stile di vita …

Il quotidiano nel particolare

Senti Fabio, parlaci della prossima mostra fotografica

Sì, parte il 5 novembre a Genova, espongo con Carlo Verardo, Nadia Massa, Teresa Corbo e Paola Chiappini. E’ il progetto “Genova dai contrasti” che mettiamo in vetrina. Ognuno di noi espone un sunto del proprio progetto dove è condensato il proprio stile e la propria chiave di lettura della città. Sottolineo che questo progetto è nato quando eravamo in pieno lockdown e tutti e cinque organizzavamo video chat per confrontarci e organizzare il progetto fotografico. E’ stato anche un modo per deviare l’attenzione da tutto quello che stavamo vivendo. Insomma, ci sentivamo tutti molto galvanizzati da questa iniziativa.

Quindi, riassumiamo bene le info sulla mostra …

Certamente. La mostra fotografica sul libro “Genova dai contrasti” sarà visitabile, con ingresso libero, dal 5 all’11 novembre presso la Galleria di Nabot in Vico dei Griffoni 1. L’orario di apertura è dalle 10 alle 12,30, dalle 14,30 alle 19. Il libro “Genova dai contrasti” sarà presentato sabato 5 novembre alle ore 16.

Articolo precedente
Articolo successivo

Related Stories

spot_img

Discover

Mostra Fotografica il colore e il b&n di Genova

14 - 15 - 16 Ottobre 2022 di PAOLA CHIAPPINI presso PROLOCO NERVI - Villa...

“Genova dai contrasti”

“Genova dai contrasti” è un libro prodotto da cinque fotografi amatoriali del capoluogo ligure....

FOTOGRAFIA E BENESSERE PSICOFISICO

L'era geologica che si è aperta oltre due anni fa ha portato alla luce...

HOTEL PORTOFINO

A poco meno di un mese dal lancio su Sky di “Hotel Portofino” proviamo...

La Val d’Aveto da assaporare

Giro per la valle più bella del mondo, la Val d'Aveto tra la Città...

Popular Categories

Comments